Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

VALUTAZIONE ECCEDENZE DI PERSONALE . ARTT. 6 E 33 D.LGS.165/2001. ANNO 2012

Scheda di dettaglio

LA GIUNTA COMUNALE

PREMESSO che :
- la legge 183 del 2011 ha introdotto all’art. 16 il nuovo contenuto dell’articolo 33 del D.Lgs. n. 165/2001 in materia di ricognizione annuale delle eccedenze di personale.
- occorre procedere, pertanto, con il formalizzare una delibera di giunta nella quale si pongano in evidenza le risultanze dell’attività di ricognizione in materia di eccedenza di personale all’interno dell’Ente.

Visti i contenuti di cui all’art.33, c.1, 2 e 3, del d.lgs.165/2001 – Eccedenze di personale e mobilità collettiva – così come modificato dall’art. 16 del legge 183/2011, di seguito riportati:

“1. Le pubbliche amministrazioni che hanno situazioni di soprannumero o rilevino comunque eccedenze di personale, in relazione alle esigenze funzionali o alla situazione finanziaria, anche in sede di ricognizione annuale prevista dall’articolo 6, comma 1, terzo e quarto periodo, sono tenute ad osservare le procedure previste dal presente articolo dandone immediata comunicazione al Dipartimento della funzione pubblica.
2. Le amministrazioni pubbliche che non adempiono alla ricognizione annuale di cui al comma 1 non possono effettuare assunzioni o instaurare rapporti di lavoro con qualunque tipologia di contratto pena la nullità degli atti posti in essere.
3. La mancata attivazione delle procedure di cui al presente articolo da parte del dirigente responsabile e’ valutabile ai fini della responsabilità disciplinare.”

Preso atto che in adempimento a quanto disposto dalle specifiche norme su richiamate, ciascun Responsabile ha operato una ricognizione del personale assegnato e tenuto conto che dalle rispettive note prodotte dai Responsabili dei diversi Settori dell’Ente (allegate alla presente deliberazione) emerge chiaramente che questo Ente non ha eccedenza di personale e/o personale in esubero;
Con voto unanime favorevole reso nei modi e nelle forme di legge,

DELIBERA

Dare atto che, ai sensi dell’art.33 del D.Lgs.165/2001, così come modificato dall’art. 16 della Legge 183/2011, il Comune di Cannole non ha situazioni di soprannumero o eccedenza di personale.






COMUNE DI CANNOLE
Provincia di Lecce
Via Roma, N°55 - C.a.p. 73020
c.f. 83001290754
Fax n. 0836/318954 – tel. 0836 318007/318621
www.comunedicannole@.libero.it




Al Segretario Comunale
SEDE



OGGETTO: RICOGNIZIONE ECCEDENZE DI PERSONALE . ARTT. 6 E 33 D.LGS.165/2001.


Visti i contenuti di cui all’art.33, c.1, 2 e 3, del d.lgs.165/2001 – Eccedenze di personale e mobilità collettiva – così come modificato dall’art. 16 del legge 183/2011, di seguito riportati:
“1. Le pubbliche amministrazioni che hanno situazioni di soprannumero o rilevino comunque eccedenze di personale, in relazione alle esigenze funzionali o alla situazione finanziaria, anche in sede di ricognizione annuale prevista dall’articolo 6, comma 1, terzo e quarto periodo, sono tenute ad osservare le procedure previste dal presente articolo dandone immediata comunicazione al Dipartimento della funzione pubblica.
2. Le amministrazioni pubbliche che non adempiono alla ricognizione annuale di cui al comma 1 non possono effettuare assunzioni o instaurare rapporti di lavoro con qualunque tipologia di contratto pena la nullità degli atti posti in essere.
3. La mancata attivazione delle procedure di cui al presente articolo da parte del dirigente responsabile e’ valutabile ai fini della responsabilità disciplinare.”

Il sottoscritto Ing. Giovanni Stefanio - Responsabile dell’Area Urbanistica e LL.PP. - del Comune di Cannole dichiara che nel proprio Settore di competenza non risultano eccedenze di personale e/o personale in esubero.

Distinti saluti.
Cannole lì 14.02.2012
Il Responsabile
Ing. Giovanni Stefanio







COMUNE DI CANNOLE
Provincia di Lecce
Via Roma, N°55 - C.a.p. 73020
c.f. 83001290754
Fax n. 0836/318954 – tel. 0836 318007/318621
www.comunedicannole@.libero.it




Al Segretario Comunale
SEDE



OGGETTO: RICOGNIZIONE ECCEDENZE DI PERSONALE . ARTT. 6 E 33 D.LGS.165/2001.


Visti i contenuti di cui all’art.33, c.1, 2 e 3, del d.lgs.165/2001 – Eccedenze di personale e mobilità collettiva – così come modificato dall’art. 16 del legge 183/2011, di seguito riportati:
“1. Le pubbliche amministrazioni che hanno situazioni di soprannumero o rilevino comunque eccedenze di personale, in relazione alle esigenze funzionali o alla situazione finanziaria, anche in sede di ricognizione annuale prevista dall’articolo 6, comma 1, terzo e quarto periodo, sono tenute ad osservare le procedure previste dal presente articolo dandone immediata comunicazione al Dipartimento della funzione pubblica.
2. Le amministrazioni pubbliche che non adempiono alla ricognizione annuale di cui al comma 1 non possono effettuare assunzioni o instaurare rapporti di lavoro con qualunque tipologia di contratto pena la nullità degli atti posti in essere.
3. La mancata attivazione delle procedure di cui al presente articolo da parte del dirigente responsabile e’ valutabile ai fini della responsabilità disciplinare.”

Il sottoscritto ANTONIO GIANNOTTA Responsabile dell’Area AA. GG. e TRIBUTI dichiara che nel proprio Settore di competenza non risultano eccedenze di personale e/o personale in esubero.

Distinti saluti.
Cannole, lì 14.02.2012
Il Responsabile AREA AA.GG. / Tributi
Antonio Giannotta











COMUNE DI CANNOLE
Provincia di Lecce
Via Roma, N°55 - C.a.p. 73020
c.f. 83001290754
Fax n. 0836/318954 – tel. 0836 318007/318621
www.comunedicannole@.libero.it





OGGETTO: RICOGNIZIONE ECCEDENZE DI PERSONALE . ARTT. 6 E 33 D.LGS.165/2001.


Visti i contenuti di cui all’art.33, c.1, 2 e 3, del d.lgs.165/2001 – Eccedenze di personale e mobilità collettiva – così come modificato dall’art. 16 del legge 183/2011, di seguito riportati:
“1. Le pubbliche amministrazioni che hanno situazioni di soprannumero o rilevino comunque eccedenze di personale, in relazione alle esigenze funzionali o alla situazione finanziaria, anche in sede di ricognizione annuale prevista dall’articolo 6, comma 1, terzo e quarto periodo, sono tenute ad osservare le procedure previste dal presente articolo dandone immediata comunicazione al Dipartimento della funzione pubblica.
2. Le amministrazioni pubbliche che non adempiono alla ricognizione annuale di cui al comma 1 non possono effettuare assunzioni o instaurare rapporti di lavoro con qualunque tipologia di contratto pena la nullità degli atti posti in essere.
3. La mancata attivazione delle procedure di cui al presente articolo da parte del dirigente responsabile e’ valutabile ai fini della responsabilità disciplinare.”

Il sottoscritto Dr. BRIZIO LUIGI TOMMASI Responsabile dell’Area Economica/Finanziaria e dell’Area Vigilanza del Comune di Cannole dichiara che nel proprio Settore di competenza non risultano eccedenze di personale e/o personale in esubero.


Distinti saluti.
Cannole, lì 14.02.2012
Il Responsabile
Dr. Brizio Luigi TOMMASI

  • Data di ultima modifica: 17.07.13
  • Data di pubblicazione: 16.02.12
  • Numero: 5

Documenti e link

Torna a inizio pagina